AUDIO BONE: New era of listening... ! Listen to music through your bone without blocking your ears and damaging your eardrum... !
CLICK for the ENGLISH version of this website !    ANKLICKEN für die DEUTSCHE Version dieser Webseite !    CLICK for the FRENCH version of this website !    CLICK for the ITALIAN version of this website !    CLICK for the SPANISH version of this website !          CLICK to open Goldendance website in a new window!
   
   
ANKLICKEN: Unseren AUDIO BONE Onlineshop besuchen ! - CLICK to visit our AUDIO BONE Onlineshop !
 
   
Solitamente i suoni vengono ascoltati tramite il timpano, ma è possibile percepirli anche tramite le ossa. È proprio questo il principio alla base della nostra tecnologia che offre il vantaggio di non richiedere un'ostruzione dell'orecchio, prevenendo così eventuali danni al timpano. Registrando la propria voce e riascoltandola, si noterà che essa è diversa dalla propria voce effettiva. Questo fenomeno si verifica perchè non è possibile ascoltare la voce registrata tramite conduzione ossea.
La diffusione dell'uso del walkman tanti anni fa e degli attuali MP3 ha provocato l'insorgere di problemi di udito in molte persone a causa dell'ascolto di musica a volume elevato che provoca affaticamento e talvolta lesioni del timpano. Ora, potrai liberare i tuoi timpani utilizzando i prodotti Audio Bone.
Non solo darai sollievo ai timpani, ma durante l'uso dei prodotti Audio Bone potrai utilizzare le orecchie perchè resteranno libere.
Inoltre, Audio Bone Aqua è realizzato in materiale impermeabile (IPX7) e potrai dunque usarlo anche negli sport d'acqua, di neve e in qualsiasi sport a elevate sudorazione.
 
 
 
Modo convenzionale di udire suoni tramite timpano
 
Percezione del suono tramite conduzione ossea
 
 
 
Ludwig Van Beethoven 1770-1827

Uno dei primi utenti della conduzione ossea.

Il celebre compositore del XVIII secolo, nato a Bonn, all'età di 16 anni si recò a Vienna nella speranza di studiare musica con Mozart. Purtroppo, in seguito alla malattia della madre e ai problemi di alcolismo del padre, dovette fare ritorno a casa.

A 21 anni iniziò a studiare con Haydn. Ma prima
di compiere i 30 anni iniziarono i suoi problemi di udito che andarono peggiorando di anno in anno fino a trasformarsi in sordità totale. Nonostante la sua malattia, Mozart era in grado di ascoltare la musica grazie all'uso di una bacchetta per direttori d'orchestra stretta tra i denti che gli permetteva di percepire la musica tramite l'osso mascellare.